Sabato 10 Dicembre 2016
 
 

Consorzio Etico - Valore salute

logo consorzio etico
logo anci
logo dpa
Link utili:

Presentazione


Giovanni Serpelloni capo dipartimento

Dott. Giovanni Serpelloni
Già Capo Dipartimento Politiche Antidroga
Presidenza del Consiglio dei Ministri


Da una proficua collaborazione con l’ANCI nasce il Consorzio Etico per la salute dei giovani, la prevenzione dell’uso di tutte le droghe e dell’abuso di alcol. Il Consorzio Etico è un insieme di persone, amministrazioni, associazioni della società civile e della Pubblica Amministrazione che esprimono in maniera chiara ed esplicita il loro “NO all’uso di tutte le droghe e all’abuso alcolico”. Un messaggio per promuovere la salute dei giovani e degli adulti e indirizzato a tutti coloro che potrebbero cadere vittime dell’uso di sostanze in grado di compromettere la salute. Un impegno etico, ancora prima che professionale, per promuovere e conservare, quindi, la salute fisica, ma anche mentale e sociale dei cittadini, dei nostri figli e di tutte le generazioni future. Un’azione per prendere le distanze da quei comportamenti e valori che possono mettere a rischio la propria e altrui salute e che possono far acquisire stili di vita socialmente lesivi dei diritti e della legalità. E' tempo, quindi, che le persone che hanno a cuore il destino delle nostre città si uniscano in un unico e coordinato sforzo per far capire, con gesti e parole semplici, che vogliamo vivere e far vivere tutti i nostri cari nel pieno rispetto della giustizia, in una società sana e libera da condizionamenti chimici o da dipendenze patologiche, siano esse generate dalle droghe, dall’alcol, dal gioco d’azzardo. Il Consorzio Etico, quindi, vuole partire dalle nostre coscienze per arrivare ad affermare ciò che l’etica naturale ci insegna, ancora prima che la nostra cultura e le nostre tradizioni, e cioè il rispetto della vita e della persona, nel suo essere individuale e sociale.

Alessandro Cattaneo

Dott. Alessandro Cattaneo
Già Presidente f.f. Associazione Nazionale
dei Comuni Italiani (ANCI)


Evitare l’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso di alcol e mantenere un comportamento e uno stile di vita sano, responsabile e libero dalle droghe: è questo il messaggio che deve arrivare, soprattutto ai più giovani, per scongiurare qualsiasi forma di dipendenza e promuovere il valore della salute, sia fisica che mentale.
Con questo obiettivo l’ANCI ha aderito al Consorzio Etico per la prevenzione dell’uso di droghe e dell’abuso alcolico, istituito dal Dipartimento Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri, esempio eccellente dell’impegno comune sul fronte della prevenzione delle dipendenze da droghe e alcol.
La tossicodipendenza e l’alcoldipendenza sono un problema non soltanto sociale, ma anche di sanità pubblica, cui è necessario dedicare particolare attenzione e il massimo impegno. Per questo l’ANCI ha deciso di promuovere l’adesione dei Comuni italiani, attraverso la costituzione del Network nazionale, al Consorzio etico, per diffonderne ed attuarne i principi etici fondamentali nella consapevolezza che “chi acquista droga finanzia le mafie”.
I Comuni, attraverso i propri sindaci, unico vero front office dei cittadini e del territorio, possono sicuramente giocare un ruolo importante nell’attività di contrasto e responsabilizzazione contro l’uso di droghe ed esercitare una funzione determinante per assicurare alla comunità, e soprattutto ai più giovani e alle persone più vulnerabili, un ambiente sicuro, sano e libero dalle droghe.